Il Santarcangelo Calcio ha un nuovo allenatore: Lamberto Zauli

Il Santarcangelo Calcio ha un nuovo allenatore: Lamberto Zauli
luglio 05 22:41 2015 Stampa articolo

Prima di presentare il nuovo allenatore del Santarcangelo Calcio, va un doveroso un ringraziamento ad Agatino Cuttone che portato alla salvezza dopo un inizio campionato da retrocessione.

Il 24 giugno 2015 è stato presentato il nuovo allenatore della prima squadra Lamberto Zauli, noto a tutti anche per il gran passato da calciatore. Come tecnico ancora non si è affermato appieno, ma ha una buona esperienza in categoria. E’ ancora giovane con un passato importante e soprattutto una visione del calcio incentrata sui giovani. Ci auguriamo, così com’è l’augurio dei tifosi, che a Santarcangelo trovi quella consacrazione definitiva a livello professionistico e porti il Santarcangelo Calcio a mantenere la categoria.

Il compito forse ancora più difficile rispetto all’anno passato, perché potrebbe partire il campionato con una penalizzazione per i noti fatti del calcio scommesse.

Il curriculum di Lamberto Zauli da calciatore:

Inizia a giocare nelle giovanili dell’Unione Sportiva Grosseto dove si mette in mostra e viene acquistato dal Modena che lo inserisce nella squadra Giovanissimi. Poi approda al Ravenna e contribuisce prima alla sua promozione in Serie B, poi alla migliore stagione di sempre dei giallorossi nel campionato cadetto nel 1997. Nella stagione successiva il salto in Serie A, nelle file del Vicenza, che aveva appena vinto la Coppa Italia con in panchina Francesco Guidolin. Nel 1997-1998 gioca nella Coppa delle Coppe, in cui il Vicenza giunge alle semifinali, contro il Chelsea. Dopo la vittoria nell’andata con un suo gol, la squadra viene eliminata dai blues, poi vincitori della manifestazione.

Gran parte della sua carriera si intreccia con quella di Guidolin, con cui condividerà diverse stagioni anche a Bologna e Palermo.

Nel capoluogo emiliano sfiora la qualificazione alla Champions League, e nelle stagioni successive, acquistato dal Palermo con una trattativa lampo, contribuisce allo storico ritorno in Serie A dei siciliani ottenendo subito la qualificazione in Coppa UEFA con il 6º posto in campionato. Nella stagione 2002-2003 si infortuna gravemente in uno scontro con Gianluca Grassadonia del Cagliari, nella partita finita 1-1, fratturandosi la gamba destra e restando fuori dai campi per quattro mesi.

Nella stagione 2005-2006 passa alla Sampdoria, con la quale disputa solamente mezza stagione, collezionando qualche presenza in campionato e Coppa UEFA. A gennaio torna nuovamente al Bologna. Nel 2007 passa alla Cremonese di Emiliano Mondonico che milita in Serie C1, e con cui disputa i play-off.
Il 27 agosto 2008 ha rescisso il contratto con la Cremonese e si è accasato al Bellaria Igea Marina fino al termine della stagione, quando lascia l’attività agonistica.

In carriera ha totalizzato complessivamente 146 presenze e 20 reti in Serie A e 158 presenze e 28 reti in Serie B.

Il curriculum di Lamberto Zauli da allenatore:

Appese le scarpe al chiodo, è divenuto l’allenatore proprio dell’ultima squadra in cui ha militato da giocatore, il Bellaria Igea Marina, venendo esonerato il 7 aprile 2010, dopo 28 punti raccolti in 29 partite di Lega Pro Seconda Divisione.

Il 29 giugno 2010 il Fano – militante in Seconda Divisione – annuncia l’ingaggio di Zauli come allenatore per la stagione 2010-2011, coadiuvato da Roberto Pregnolato e Massimo Massi; da calciatore aveva già vestito i colori granata. Chiude l’esperienza con l’esonero in data 5 aprile 2011.

Il 3 gennaio 2012 diventa l’allenatore della Reggiana, firmando un contratto fino al 30 giugno 2012; con lui arriva anche Massimo Massi come preparatore atletico. Esordisce sulla panchina granata l’8 gennaio 2012 vincendo al Giglio contro il Pavia per 2-1.

Il 5 luglio acquisisce a Coverciano il titolo di allenatore di Prima Categoria UEFA Pro e quindi il diritto di ricoprire il ruolo di tecnico in una squadra della massima serie.

Il 23 dicembre viene esonerato dalla società reggiana, per poi essere reincaricato il 19 marzo 2013 dopo l’esonero di Luigi Apolloni. Ottiene la salvezza ai play-out sconfiggendo il Cuneo.

Il 3 febbraio 2014 viene chiamato a sostituire Mario Vittadello sulla panchina del Real Vicenza, coadiuvato dal suo vice Rodolfo Giorgetti e dal preparatore atletico Lamberto Zanella. A fine stagione, nonostante la promozione in Lega Pro non viene confermato alla guida della squadra e il 22 giugno viene ingaggiato dal Pordenone, neopromosso in terza serie. Il 22 settembre 2014 dopo aver raccolto due punti in cinque giornate viene sollevato dall’incarico di allenatore del Pordenone.

Il 22 giugno 2015 diventa il nuovo allenatore del Santarcangelo Calcio. Auguri Lamberto.

la Redazione

  Categories:
Vedi più

Articoli Autore

La Redazione
La Redazione

Vedi più articoli
Scrivi commento

0 Comments

Nessun commentro trovato

Commenta per primo.

Aggiungi commento

I vostri dati non verranno condivisi L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi .
Tutti i campi sono obbligatori.