SCUOLA: come nonno sono molto preoccupato per i miei nipoti studenti

SCUOLA: come nonno sono molto preoccupato per i miei nipoti studenti
settembre 11 06:11 2020 Stampa articolo

Vedere dopo oltre 200 giorni di chiusura delle scuole, solo negli ultimi 60 giorni ci si muove per organizzare il nuovo anno scolastico, ma accidenti non ci si poteva pensare prima come organizzare le aule, gli insegnanti, i trasporti, i banchi, le mascherine, il gel per le mani, i medici scolatici, ecc.

Poi regna una grande confusione, quello che ci è detto la sera non è uguale a quello che ci raccontano la mattina, ho la sensazione di vedere dei dilettanti allo sbaraglio.

A sostegno di quanto affermo, voglio riportare le dichiarazioni che il Dott. Sergio Venturi che è stato per diversi mesi commissario regionale dell’emergenza Covid:

Che undici milioni di mascherine chirurgiche al giorno sono un’eresia, e danno un messaggio sbagliato: Avremo 44 chilometri di confezioni da 50 mascherine da smaltire ogni giorno: Fanno 13.200 chilometri l’anno. Il messaggio sbagliato, peggiore possibile, a proposito del mondo che faremo, è l’usa e getta. Poi le scuole non sono ospedali poi continuaci sono mascherine in tessuto lavabili, altrettanto efficaci. Le scuole le possono personalizzare come già si fanno con le felpe e capellini. . . .

E’ proprio vero che a Roma ci sono dei politici e tecnici incompetenti, come siamo governati male, soprattutto nella scuola che deve formare le donne e gli uomini del futuro della nostra Italia!

Piero Ricci

Vedi più

Articoli Autore

La Redazione
La Redazione

Vedi più articoli
Scrivi commento

0 Comments

Nessun commentro trovato

Commenta per primo.

Aggiungi commento

I vostri dati non verranno condivisi L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi .
Tutti i campi sono obbligatori.