La riforma DEL RIO-RENZI sulle Province è andata buca; sì in una buca d’acqua!

La riforma DEL RIO-RENZI sulle Province è andata buca; sì in una buca d’acqua!
marzo 19 16:42 2018 Stampa articolo

Siamo reduci da diversi anni di Spendig Review (revisione della spesa pubblica). Le amministrazioni pubbliche hanno tagliato la spesa per la manutenzione delle strade risparmiando importi che ora ne servono quattro volte di più per sistemarle.

Inseguire le buche piuttosto che fare manutenzione costa di più, fare solo rattoppi vuol dire sperperare denaro pubblico.

La parte superiore del pavimento stradale è il tappeto di usura (alto cm. 4/5) mentre nella parte sottostante vi sono più strati di asfalto e la fondazione. Una attività di manutenzione virtuosa dovrebbe riguardare solo il tappeto di usura che è proposto al consumo.

Quando le strade vengono abbandonate da anni, la parte superiore invecchia, cede e si logora andando ad intaccare i livelli inferiori e la fondazione. Se a questo punto si rifà solo il tappeto nella parte superiore, questa è destinata a breve durata perché non si è intervenuti a sanare la parte inferiore.

Una continua manutenzione del manto stradale eviterebbe il logoramento dello stesso anticipando le crepe che con la prima pioggia si riempiono d’acqua che piano piano accumulandosi erodono i materiali sottostanti, poi nel periodo invernale l’acqua gelando nelle crepe fa esplodere l’asfalto creando voragini; poi l’errore di intervenire per togliere il pericolo con bitume a freddo per chiudere le buche quando ancora è piena d’acqua.

I Comuni a causa della crisi in edilizia sono venuti a mancare i fondi degli oneri di urbanizzazioni che potevano essere impiegati per le manutenzioni, su questo possono essere giustificati ma non per quanto riguarda il rimpiego dei proventi delle multe che una parte devono essere destinati alla viabilità comunale.

Un discorso a parte meritano le Strade Provinciali, che prima della incompiuta riforma Del Rio-Renzi, erano strutturate in mezzi e personale, oltre in risorse economiche, per mantenere una discreta manutenzione delle strade di loro competenza.

La tanta proclamata e dissennata riforma di sopprimere le Province e i loro costi è fallita portandosi dietro un sacco di problemi per la collettività, basta vedere le Strade Provinciali che si trovano in uno stato vergognoso e indecente frutto di una disattenzione che dura da anni.

Se si voleva risparmiare bastava intervenire su altre Amministrazioni pubbliche (vedi Regioni) ma lasciare le Province che funzionavano bene come enti intermedi e aggreganti i vari campanili Comunali.

Ora i vari Del Rio e Renzi pagano anche questo prezzo per la loro faciloneria ed incompetenza nel volere tagliare ciò che funzionava e incapaci invece tagliare dove il buon Carlo Cottarelli (commissario per la Spendig Review) aveva individuato.

Hanno preferito rimuoverlo piuttosto che eseguire i tagli agli sprechi, ai costi della Casta, ai costi delle Regioni e del Parlamento, alle spese militari, ecc.

Così oltre che andargli buca, ci stanno portando anche noi in buca dove sulle strade ogni giorno con le nostre gimkane dobbiamo schivare pericoli mettendo a rischio le nostre vite e i soldi veri, come se non bastassero le tasse per chi ha un’auto.

la Redazione   

Vedi più

Articoli Autore

La Redazione
La Redazione

Vedi più articoli
Scrivi commento

0 Comments

Nessun commentro trovato

Commenta per primo.

Aggiungi commento

I vostri dati non verranno condivisi L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi .
Tutti i campi sono obbligatori.