ALTA VALMARECCHIA: Fusione dei 7 Comuni in unico Comune?

ALTA VALMARECCHIA: Fusione dei 7 Comuni in unico Comune?
maggio 21 23:33 2015 Stampa articolo

Di fronte alla esigenza della razionalizzazione dei servizi, al contenimento dei costi amministrativi, alle esigenze di ottimizzazione della rete scolastica, trasporti, viabilità, uffici pubblici e sociali, la soluzione migliore è andare ad unire le risorse dei Comuni e degli Enti territoriali.

In Alta Valmarecchia, i Comuni di Casteldelci, Pennabilli, Sant’Agata Feltria, Maiolo, Talamello, Novafeltria e San Leo hanno iniziato un percorso di approfondimento, di informazione e discussione in modo venga coinvolta dal basso la popolazione locale, affinché si giunga nel breve periodo alla fusione dei comuni in Comune unico.

Questi 7 Comuni assieme andrebbero a costituire una realtà di circa 18.000 abitanti e 328 kmq. Sono accomunati storicamente da sempre fino al recente passaggio in gruppo dalle Marche all’Emilia Romagna. Condividono un territorio che è in pratica il bacino di utenza dell’Ospedale di Novafeltria. Hanno morfologia, e problematiche simili fra loro e molto differenti dai territori della bassa valle.

I benefici derivanti dall’accorpamento dei 7 Comuni, oltre i benefit economici che arriveranno dalla Regione Emilia Romagna, avranno senz’altro una ricaduta diretta ed immediata sui servizi e sulla qualità di vita dei cittadini. I soldi risparmiati andranno a garantire e migliorare i servizi sociali che in una zona così difficile come quella montana e collinare sono fondamentali per mantenere le popolazioni sul territorio.

In questa ottica è imperativo che il nuovo Comune unico che ne nascerà abbia come punto di partenza il coinvolgimento e sapere ascoltare il sentimento dei cittadini, per poi andare al Referendum consuntivo tra tutti i residenti.

Noi come SantarcangeloNews ci mettiamo a disposizione per riportare ed informare le future fasi di questo percorso amministrativo che avrà senz’altro vedute e posizioni diverse che si opporranno a questa soluzione, in ogni modo noi tiferemo per il nuovo Comune unico (del Montefeltro?).

la Redazione

  Categories:
Vedi più

Articoli Autore

La Redazione
La Redazione

Vedi più articoli
Scrivi commento

2 Comments

  1. paolo
    maggio 22, 11:51 #1 paolo

    Una opportunità di avere maggior visibilità e peso anche per i piccoli Comuni e frazioni all’interno di un territorio riconoscibile oltre i confini nazionali e che rappresenta un valore aggiunto anche per le aree vaste che lo contengono. Il sussistere dei Municipi oltre alla nascita di nuovi può essere ulteriore garanzia di rispetto della sovranità territoriale.

    Reply to this comment
  2. mimosa
    maggio 22, 13:59 #2 mimosa

    Noi come M5S della Valmarecchia abbiamo sostenuto sin dall’inizio la fusione dei 7 comuni dell’alta Valle, senza passare dall’unione dei comuni, cosa che, come da noi previsto, si è dimostrato inefficace. La fusione dei 7 comuni in un’unico comune (di Montefeltro) valorizzerà ancor’ di più le risorse economiche, turistiche e sociale di questi territori.

    Reply to this comment

Aggiungi commento

I vostri dati non verranno condivisi L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi .
Tutti i campi sono obbligatori.